Maledetto Tetrapak!


Ma dove va messo questo benedetto (ammettiamolo è utilissimo) ma anche maledetto (è composto di troppi elementi diversi) Tetrapak?

La risposta non è semplice. La raccolta differenziata si è evoluta negli anni così come i macchinari che la trattano ma il Tetrapak non sembra seguire un percorso univoco. 

D'altrocanto sono da smaltire la parte cartacea centrale, la pellicola di plastica che ricopre la carta (il tappo quando c'è spero sia implicito che vada separato) e la pellicola argentata che spesso, ma non sempre, si trova all'interno.

Sembra che i comuni principali ed i grandi consorzi abbiano optato per farlo mettere nella raccolta differenziata della carta (magari dopo averlo sciacquato) ma non è così per tutti.

Tetrapak nella carta per Ancona, Torino, Napoli, Roma, Venezia, Cagliari, Milano e Palermo.

Già a Lecco le cose si complicano, il Tetrapak va messo nel sacco viola del multimateriale (che non è  lo stesso dell'indifferenziato). Il Consorzio SEI (Alto Toscana Sud) lo fa mettere con plastica, alluminio e poliaccoppiati ma a Prato e Carrara va nella carta, in Garfagnana direttamente nell'indifferenziato.

Paese che vai racolta differenziata che trovi.

Nessun commento:

Posta un commento